Servizio Civile Regionale

FINALITA’ DEL PROGETTO

Il Servizio Civile Regionale è un’occasione data ai giovani che non studiano né lavorano, per contribuire al bene comune e allo stesso tempo per vivere un percorso di crescita personale e comunitaria nel servizio, nella valorizzazione delle proprie attitudini e capacità, nel rispetto dei valori della pace, della solidarietà e della giustizia.

CARATTERISTICHE

  • Il servizio è orientato alla cura delle persone in strutture della Caritas o in Enti in rete di collaborazione.
  • E’ proposto a giovani italiani o residenti in Italia – cittadini comunitari o stranieri extra UE, regolarmente soggiornanti.
  • L’impegno richiesto è di 1000 ore su 12 mesi comprensive delle attività di servizio, della formazione generale e specifica.
  • L’indennità è di euro 433,80 netti al mese.
  • Al termine del percorso viene rilasciato un certificato di partecipazione della Regione Lombardia e una certificazione delle competenze raggiunte.

CONDIZIONI PER ACCEDERE AL SERVIZIO CIVILE REGIONALE

  • età compresa tra i 18 anni e i 28 anni compiuti, in ottemperanza a quanto disposto dal D.lgs. 77/2002 relativamente alla definizione dell’età di accesso al percorso di servizio civile;
  • essere inoccupati o disoccupati ai sensi del D.lgs. n. 181/2000;
  • non essere iscritti a percorsi di istruzione o formazione professionali ovvero percorsi universitari e terziari;
  • non avere in corso di svolgimento il servizio civile o un tirocinio extra-curriculare;
  • non avere in corso di svolgimento interventi di politiche attive attuate con Dote Unica Lavoro;
  • non avere fruito o non fruire delle politiche di garanzia giovani previste dagli avvisi “flusso” o “stock” di cui al D.d.g. n° 9169 del 16 ottobre 2014 “Avviso per i giovani inoccupati e disoccupati di età compresa fra i 15 e 29 anni che non rientrano in un percorso di istruzione o formazione”;
  • essere in condizione di regolarità sul territorio nazionale;
  • non aver riportato condanna penale anche non definitiva alla pena della reclusione superiore ad un anno per delitto non colposo ovvero ad una pena della reclusione anche di entità inferiore per un delitto contro la persona o concernente detenzione, uso, porto, trasporto, importazione o esportazione illecita di armi o materie esplodenti, ovvero per delitti riguardanti l’appartenenza o il favoreggiamento a gruppi eversivi, terroristici o di criminalità organizzata;

Il giovane deve essere in possesso dei requisiti al momento della registrazione al Programma.
La perdita del requisito dell’età dopo l’adesione non comporta l’esclusione del giovane dal programma. La perdita del requisito della non occupazione e del non inserimento in un percorso di studio o formazione successivamente al momento dell’adesione sul portale regionale o nazionale, comporta invece l’esclusione del giovane dal programma. La verifica del permanere dei requisiti è onere dei soggetti titolati al momento della presa in carico.

COME FARE PER PARTECIPARE

ATTENZIONE: per conoscere se sono attivati dei progetti e per avere informazioni aggiuntive sul percorso di accesso e selezione contattare quanto prima la Caritas Diocesana di Brescia.
Per accrescere la conoscenza reciproca e garantire la massima informazione sui progetti e sull'Ente, il percorso che proponiamo a tutti i candidati è il seguente:

  • un colloquio preliminare (prima della scadenza del bando)
  • un piccolo tirocinio presso le sedi di attuazione del progetto, per vedere in concreto cosa si propone (possibilmente prima della scadenza del bando)
  • un corso propedeutico, che rappresenta anche il momento di selezione ufficiale, in cui vengono date altre informazioni sulla Caritas e sul progetto (dopo la scadenza del bando).

Altre informazioni si possono trovare sul sito della Regione Lombardia a questo link.

Giovani e Servizio Civile: l'intervista di Diego Mesa a Radio Voce (23.02.2016)