logo Giubileo della Misericordia

Casa del Misericordiare

Casa del Misericordiare

Misericordia è fonte di gioia, di serenità e di pace, è condizione della nostra salvezza.
Misericordia è la parola che rivela il mistero della SS. Trinità.
Misericordia è l’atto ultimo e supremo con il quale Dio ci viene incontro.
Misericordia è la legge fondamentale che abita nel cuore di ogni persona quando guarda con occhi sinceri il fratello che incontra nel cammino della vita.
Misericordia è la via che unisce Dio e l’uomo, perché apre il cuore alla speranza di essere amati per sempre nonostante il limite del nostro peccato.

Papa Francesco, Misericordiae Vultus, n.2

 

Papa Francesco ha indetto un particolare Anno Santo, il Giubileo della Misericordia, che si estenderà dall’8 dicembre 2015 fino al 20 novembre 2016. Nella Bolla di Indizione, intitolata Misericordiae Vultus (Il volto della misericordia), il Papa insiste perché il Giubileo si svolga in primo luogo nelle singole Diocesi, come un vero momento di rinnovamento della vita pastorale attraverso la riscoperta della misericordia di Dio, che è l’essenza del Vangelo.

Nel corso della conferenza stampa di presentazione delle iniziative per il Giubileo della Misericordia nella Diocesi di Brescia (9 dicembre 2015), sono stati illustrati i dettagli della Casa del Misericordiare (ex Seminario), l’opera-segno dell’Anno della Misericordia a cui è stata finalizzata la Giornata del Pane 2015.

Per approfondire, leggi lo speciale pubblicato da "La Voce del Popolo"

La fase di progettazione nei locali dell’ex Seminario della Casa del Misericordiare, l’opera-segno annunciata nel corso della conferenza stampa di presentazione delle iniziative del Giubileo della Diocesi di Brescia (9 dicembre 2015), subisce una battuta di arresto. Il 28 febbraio 2018 viene data comunicazione da S.E. Pierantonio Tremolada +Vescovo al Consiglio presbiterale di considerare “decaduto il progetto sulla Casa del Misericordiare” ma nel contempo di ritenere opportuno avviare una consultazione “per valutare una nuova opera che guardi ai poveri e ai giovani magari con una più spiccata attenzione al territorio diocesano e meno centrata sulla città, valorizzando anche il tanto che già è in atto”.
In tal senso, quanto raccolto durante la Giornata del Pane 2015 – Lievito di pane (euro 59.779) e la Giornata del Pane 2016 – Il pane della gioia (euro 50.897), e destinato a contribuire alla realizzazione della Casa del Misericordiare, viene finalizzato alla nuova opera diocesana in corso di progettazione.