Emergenza tifone nelle Filippine 2013

Tre progetti per le Filippine

Tra il 7 e il 9 novembre 2013, il tifone Haiyan ha lasciato sul campo più di 6000 morti. Da subito Caritas Diocesana Brescia ha lanciato un appello per sostenere gli interventi della rete Caritas da destinarsi alla prima emergenza. Nel contempo ha promosso un tavolo di coordinamento con altre realtà bresciane per la realizzazione di progetti di intervento nella ricostruzione e nelle fasi successive, in particolare l’Ufficio Missionario, Migrantes e Associazione Cuore Amico Fraternità onlus. Grazie al supporto dell’Ufficio Missionario è stato possibile prendere contatti con i missionari bresciani consacrati e laici presenti nelle Filippine, in particolare fr. Davide Del Barba e Giacomo Arrigoni, e grazie a loro è stato possibile pianificare i progetti di ricostruzione che sono iniziati nel 2014 per concludersi entro il 2015.

Il coordinamento promosso dalla Fondazione Opera Caritas San Martino e Caritas diocesana di Brescia ha raccolto complessivamente euro 320.000, di cui 125.000 in occasione della colletta del 1 dicembre 2013 indetta dalla CEI a favore delle popolazioni e già inviati a Caritas Italiana.
Le somme utilizzate nel 2014 per la realizzazione dei Tre progetti per le Filippine ammontano a euro 180.000.

Le somme rimanenti verranno utilizzate per dare continuità ai progetti in corso:

  • sistemazione abitazione per tre famiglie: € 25.000
  • ultimazione due Evacuation Center: € 11.000
  • estensione del progetto di Orti pensili a oltre 400 famiglie: € 30.000 

Il report dei progetti realizzati è stato presentato nel pieghevole "Emergenze e dintorni n. 2/2015" e nel video réportage realizzato da Nicole Orlando.

Nel corso del Convegno delle Caritas Parrocchiali 2015, nell'ambito di "Primizie", suor Minerva delle suore di Oikos ha presentato il progetto FAITH (Food Always In The Home) e l'esperienza degli Orti pensili, che si è fatta dialogo e confronto con Hortus, un progetto di agricoltura sociale di Mantova. Per guardare il video, clicca qui.

Archivio